Tartare di ricciola

Portata
secondi_piatti
Difficoltà
facile
Tempo preparazione
15 minuti
Numero porzioni
4
ricciola
1 kg
pomodorini
20
basilico
20 foglie
succo di limone
2 cucchiai da tavola
aglio
1 spicchio
frutto di cappero
qualche frutto per decorare
olio extravergine di oliva
4 cucchiai

  1. Pulire la ricciola per ricavarne i due filetti: squamarla con un coltello facendolo scivolare dalla coda verso la testa. Incidere il ventre del pesce e togliere le interiora, poi tagliare le pinne dorsali con un paio di forbici. Infilare il coltello lungo il fianco del pesce e farlo scivolare lungo la lisca centrale. Fare lo stesso dall’altro lato e ricavare il primo filetto. Girare il pesce, ripetere l’operazione e ricavare il secondo filetto. Eliminare la pelle e tagliare la polpa a dadini.

  2. Raccogliere la polpa di pesce in una ciotola e condirla subito con sale, pepe e due cucchiai di olio extravergine di oliva.
    Lavare, asciugare e tagliare in quarti i pomodorini. Pulire il basilico con un panno umido, poi sminuzzarlo con le mani e tenerlo da parte. In una ciotola di vetro mettere il rimanente olio e lo spicchio d’aglio e riscaldare per 5 secondi in microonde.

  3. Aggiungere i pomodorini, regolare di sale e pepe e unire anche la tartare di ricciola e il basilico. Completare con il succo di limone, mescolare, assaggiare e regolare di sale e pepe. Decorare con qualche frutto di cappero.