Stinco al forno con tris di patate

Portata
secondi_piatti
Difficoltà
media
Tempo preparazione
110 minuti
Numero porzioni
6
stinco di vitello
1
patate dolci
500 g
patate classiche
250 g
topinambur
500 g
vino bianco
1 bicchiere

  1. Accendere il forno a 180°. Strofinare lo stinco con qualche rametto di rosmarino e insaporirlo massaggiandolo con sale e pepe nero macinato al momento. Appoggiarlo su un grande foglio di carta da alluminio e rialzarne i bordi. Prima di chiudere il cartoccio, versare il vino bianco (volendo si può fare mezzo bicchiere di vino e mezzo di Marsala), unire anche due spicchi d’aglio in camicia e un rametto di rosmarino. Chiudere sigillando bene tutti i bordi del cartoccio. Appoggiare l'involto su una teglia e infornare in basso nel forno già scaldato. Cuocere per 90 minuti.

  2. Mentre lo stinco cuoce, preparare il contorno: sbucciare e tagliare a pezzetti i topinambur, le patate dolci e le patate normali. In una casseruola riscaldare dell’acqua salata, non appena arriva a bollore cuocere per 10 minuti patate e topinambur insieme. Scolare con una schiumarola e trasferire in una teglia con olio e rosmarino. Mescolare e condire con abbondante sale e pepe nero macinato al momento. Infornare sul ripiano sopra lo stinco e cuocere per 30 minuti.

  3. Non appena lo stinco è cotto, toglierlo dal cartoccio: staccare la carne dall’osso, poi affettare con un coltello affilato. Servire con il contorno.